Home PageBeautyCome curare la barba lunga senza sembrare Babbo Natale

In:Beauty

La barba lunga è elegante quando è curata: un po’ come lo stile di un outfit! Ecco perché dal momento in cui inizia a crescere, bisogna dedicarle tempo, tenerla sotto controllo e utilizzare i prodotti giusti per mantenerla bella. Insomma. ne va del vostro fascino di gentleman: non è certo un aspetto che dovete trascurare. Ecco allora qualche consiglio.

Lavare la barba

Sì, la barba va lavata proprio come i capelli! Vi serviranno uno shampoo, un olio e un balsamo con sostanze nutritive che aiutino ad ammorbidire i peli. Il lavaggio va fatto con acqua tiepida e non troppo calda. Dopo aver lavato la barba meglio asciugarla con il phon, possibilmente utilizzando l’aria non troppo calda. Tutti questi accorgimenti ti aiuteranno ad avere una barba più morbida.

Ogni quanto lavare la barba?

L’ideale è lavare la barba due o tre volte alla settimana. Potete anche pensare di fare un lavaggio quotidiano ma in questo caso sarà meglio utilizzare uno shampoo specifico e non troppo aggressivo, un po’ come accade per i capelli. Ricordatevi di fare attenzione a tutto ciò che può sporcarla, specie ai residui di cibo. Dopo ogni pasto, lavatela e asciugatela molto attentamente.

Pettinare la barba

Tenere in ordine una barba lunga significa anche pettinarla. Non utilizzate pettini per i capelli a quelli specifici per la barba: così non rischierete di causare troppo stress ai peli.

Tagliare la barba

Per curare la barba in modo perfetto è necessario tagliarla, regolarla e spuntarla periodicamente. Ogni quanto fare questa operazione? Dipende dalla velocità di crescita ma in genere ogni due settimane è il periodo ideale. Considerate però che i baffi crescono più velocemente, dunque questi li dovrete regolare più spesso. Infine, per sentirvi più sicuri, potete sempre rivolgervi a un barbiere!

Ora che avete tutti i consigli potete dedicare più tempo alla vostra barba e curarla a dovere. Cosa che, evidentemente, Babbo Natale non riesce a fare in questo periodo!

Tags: ,